Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Villaretto / Strada Comunale del Molino del Villaretto

Il canale incubo per i campi di grano dei coltivatori di Villaretto

I proprietari delle aziende agricole di zona attaccano Smat "Non possiamo più utilizzare i nostri terreni". Il cantiere servirà per risolvere la grana alluvioni

Il nuovo canale di smaltimento delle acque piovane che confluiscono nel fiume Stura è diventato l’incubo degli agricoltori del quartiere Villaretto.

La maxi opera legata a Smat per risolvere i problemi delle possibili alluvioni sta gravando sui campi che da due anni sono diventati un vero e proprio tabù. Da quando sono iniziati i cantieri è diventato impossibile seminare in buona parte dei terreni presenti tra via Germagnano e il comune di Borgaro. E in tanti hanno deciso di protestare e di non rimanere a guardare.

“Questa situazione non ci va bene – dichiara Piero a nome dei proprietari delle aziende agricole della zona -. Non abbiamo i campi ma dobbiamo comunque pagare l’affitto. Un’ingiustizia che non sopporteremo ancora a lungo”.

Dal Villaretto arriverà verosimilmente una richiesta al Comune di Torino di risarcimento per i danni procurati in questi ultimi due anni. “Come hanno trovato il modo di deviare il corso del canale all’altezza del campo nomadi potevano anche studiare una strategia per aiutare noi – continua Berton -. E invece si sono ben guardati dal farlo. Così oggi ci troviamo con delle entrate in meno e con dei terreni che non sappiamo ancora quando potremo riutilizzare”.

Diversa è la situazione di via Germagnano. Il canale passa anche lì, proprio a due passi dal campo nomadi abusivo. "Il Comune però ha trovato un'altra soluzione - continua il signor Piero -. La Città ha deciso di far passare il canale a fianco della baraccopoli, senza dar fastidio a nessuno"

I coltivatori vorrebbero una parità di trattamento. Ma al momento sarà difficile far cambiare idea ai consiglieri di Palazzo Civico. Il rischio è quello di una protesta in centro città o l'occupazione di strada del Villaretto, l'arteria principale che collega i quartieri della Falchera e del Villaretto con Madonna di Campagna e il comune di Borgaro. "Non possiamo assistere impotenti - replica uno di loro -. Anche noi abbiamo bisogno di lavorare  e al momento non vediamo altre alternative"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il canale incubo per i campi di grano dei coltivatori di Villaretto

TorinoToday è in caricamento