menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sopralluogo della Commissione comunale © Cittagorà

Il sopralluogo della Commissione comunale © Cittagorà

Dalla Camst rassicurano: "La struttura sarà adeguata alle richieste dell'Asl"

La ditta che si occupa della preparazione dei pasti per le mense scolastiche torinesi è al centro di parecchie polemiche. Il dirigente ha spiegato ai consiglieri comunali i lavori che saranno fatti nei locali

Ora il Comune di Torino vuole vederci chiaro. Le polemiche nate dopo il controllo dell'Asl To5 all'interno del centro di cottura di Moncalieri della Camst, la ditta che si occupa della preparazione del cibo per le mense scolastiche torinesi, hanno indirettamente tirato in ballo anche l'amministrazione cittadina.

Dopo averne parlato in Sala Rossa, la Commissione Cultura ha effettuato un sopralluogo a Moncalieri e ha incontrato Claudio Marsili, il direttore di divisione della Camst. I consiglieri comunali sono entrati nelle sale in cui i pasti venivano cucinati. Il tempo verbale al passato non è usato solo perché le scuole attualmente sono chiuse, ma anche perché quelle cucine al momento risultano chiuse, almeno fino a quando non saranno effettuati i lavori e tutto non sia ricontrollato.

Marsili ha spiegato che i lavori sono già cominciati e che la ditta è stata la prima a proporre ad Asl e Procura di chiudere i locali per mettere tutto in ordine. C'è anche da risolvere il problema dell'umidità e anche su questo la Camst si è già mossa e gazze ad uno strumento apposito, a partire da settembre, l'aria interna alle sale sarà ripulita. Il dirigente ha comunque garantito che gli interventi adegueranno la struttura alle richieste dell'Asl.

Mentre le indagini vanno avanti, la questione sarà oggetto di discussione in un'apposita Commissione comunale. Questa nei prossimi giorni sarà calendarizzata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento