Cronaca Regio Parco / Via Federico Nietzsche

Il campo sportivo dimenticato assediato dalle prostitute e dai ladri

Situazione surreale in via Nietzsche. A due passi dal cimitero le lucciole contrattano la prestazione con i clienti. Indignati i cittadini che si recano al camposanto

La disperazione viaggia tra i grossi stradoni della periferia. Come in via Nietzsche, a due passi dal cimitero Monumentale. Vicino ai loculi e alle tombe si trova un’alcova per le lucciole diventata con il tempo anche un riparo di fortuna per i disperati e un punto di ritrovo per i tossici della zona. Parliamo dell’ex campo del Tarcisia Sassi, da molti anni ridotto in condizioni d’abbandono. La struttura, prigioniera del degrado, diventata il punto di ritrovo per le prostitute del vicino cimitero Sassi e per i loro clienti. Facendo un giro attorno al perimetro del campo si possono notare cumuli d’immondizia, preservativi usati e involucri di plastica. Dei tetti non c’è quasi più traccia, colpa dei ladri che negli ultimi mesi hanno portato via tutto ciò che si poteva ancora rivendere.

Alle spalle del campo è possibile individuare anche una serie di reti divelte, molto probabilmente, dalle stesse lucciole. Da quei varchi stretti si è costretti a passare se si vuole accedere alle tribune del vecchio centro sportivo. Lo sanno bene i nonni del quartiere che sfidando il freddo si recano in via Nietzsche a far visita alle prostitute africane, presenza fissa in quei viali dove il sesso a pagamento è all’ordine del giorno. Una volta contrattata la prestazione e tirato fuori dal portafoglio le banconote i nonni raggiungono il campo in compagnia delle belle gitane. Bastano poi quindici - venti minuti di attesa per rivederli comparire da dietro qualche cespuglio. E a terra rimangono, come sempre, i preservativi usati e i fazzoletti sporchi che purtroppo nessuno raccoglierà o butterà in un cestino.

 “A questo punto penso che presenterò un’interpellanza urgente  – ha dichiarato il capogruppo della Lega Nord della circoscrizione Sette Daniele Moiso -. Quel campo dimenticato è diventano una zona franca sia per le lucciole sia i disperati. Le persone che si recano al cimitero hanno paura di essere scippate ma sono anche disgustate e per tutti questi motivi chiedono dei provvedimenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il campo sportivo dimenticato assediato dalle prostitute e dai ladri

TorinoToday è in caricamento