Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Falchera / Strada Provinciale di Cuorgnè

Campi abbandonati alla Falchera. La circoscrizione decisa a riprenderseli

In via degli Ulivi angolo strada Cuorgnè ci sono dei campetti che nessuno utilizza da mesi. Per questo motivo la città darà il via ad un nuovo bando

Nel quartiere Falchera si torna a parlare di sprechi. Nel mirino sono finiti alcuni campi da calcio e da calcetto inutilizzati da mesi, indipendentemente dalla stagione e dalle condizioni meteorologiche. Il caso è scoppiato in via degli Ulivi dove si trova un enorme impianto che attualmente è in concessione ad un affidatario. Peccato solo che di ragazzi sul terreno di gioco non se ne vedano praticamente mai, né durante le ore del giorno né durante le ore serali.

I campi in questione, infatti, sono da alcuni mesi chiusi al pubblico. Ecco perché la circoscrizione Sei ha deciso di scendere allo scoperto e di deliberare la richiesta di revoca della concessione. L'affidatario – stando a quanto riferito dai vertici di via San Benigno – avrebbe ancora un grosso debito con il Comune di Torino. “Ballano circa 100mila euro tra le utenze e l'affitto – dichiara senza mezzi termini la presidente della circoscrizione Nadia Conticelli -. Parliamo di molti soldi, non certo di qualche euro. Inoltre l'uso di quella struttura non è rivolto alla promozione sportiva sul territorio. E noi non possiamo più continuare a sopportare tutto questo spreco”. 

Il consiglio della Sei voterà prossimamente per cancellare la vecchia concessione e chiedere un nuovo bando. Utile se non indispensabile per far ripartire la giostra. “Dopo la nostra delibera la revoca deve passare anche attraverso la lente d'ingrandimento della Città – ricorda il coordinatore allo Sport della Sei Tony Ledda -. Ma è nostra intenzione fare il possibile per restituire tutti quei campi ai residenti del quartiere. Una struttura così imponente non può rischiare di cadere nel dimenticatoio”.

Dello stesso avviso sono i residenti del quartiere. “Ho due figli che andrebbero tutti i giorni a giocare in quel centro – racconta Antonio, un residente del quartiere -. Purtroppo non possono farlo perchè è sempre chiuso. Alla Falchera abbiamo pochissime aree attrezzate per lo sport ed è una vergogna che siano sempre chiuse o ridotte in uno stato d'abbandono”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi abbandonati alla Falchera. La circoscrizione decisa a riprenderseli

TorinoToday è in caricamento