menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il campanile più alto di Torino, la leggenda dei suoi orologi e della sua utilità

Con i suoi 83 metri, il campanile di Santa Zita è il campanile più alto di Torino. Per mezzo secolo è stato anche il secondo edificio più alto dopo la Mole

Il termine “campanilismo” indica l'attaccamento alla propria città: l'espressione deriva dai campanili delle chiese, che per secoli hanno rappresentato un simbolo di paesi e borghi in virtù della loro altezza. Non a caso, l'Italia è detta “la terra dei mille campanili”.

Anche a Torino c'è un campanile particolarmente alto, tanto da essere stato per mezzo secolo – dalla sua costruzione fino al 1933 – il secondo punto più alto della città dopo la Mole Antonelliana: il campanile di Santa Zita.

La Chiesa di Nostra Signora del Suffragio e Santa Zita si trova nel quartiere in via San Donato 33, nel quartiere omonimo. Fu fatta costruire dal beato Francesco Faà di Bruno nel 1866, mentre il campanile risale al 1880. Secondo una leggenda, fu lo stesso beato a volere che il campanile fosse particolarmente alto, affinché gli orologi posti ai quattro lati potessero essere visti da tutti i lavoratori della zona, così da non poter essere ingannati sull'orario di lavoro.

Il campanile di Santa Zita è alto 83 metri, e oltre a essere il più alto di Torino è anche tra i più alti d'Italia: si trova al 22esimo posto, a parità di altezza con il campanile del Duomo di Merano (Bolzano) e della Chiesa di San Giovanni a Stezzano (Bergamo). In Piemonte si trova invece al terzo posto, dopo il Duomo di San Pietro ad Alessandria (106 metri) e la Basilica di San Gaudenzio a Novara (92 metri). Il più alto campanile d'Italia è quello del Duomo arcipretale dei Santi Pietro e Paolo a Mortegliano (Udine), con un'altezza di 113,20 metri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento