Due cameriere drogate e stuprate nel bar: chiesta condanna a nove anni per il gestore

La difesa: "Rapporti consenzienti"

immagine di repertorio

Il pm Barbara Badellino ha chiesto una condanna a nove anni di carcere per il barista albanese di 52 anni accusato di avere drogato e stuprato due giovani cameriere (una delle quali minorenni all'epoca dei fatti) nel 2017, a un mese di distanza l'una dall'altra, nel suo locale nella zona del parco Ruffini.

Secondo il magistrato, che ha formulato la richiesta oggi, lunedì 20 gennaio 2020, al termine della requisitoria davanti ai giudici del tribunale, non si sono dubbi che i rapporti non siano stati consenzienti e che l'uomo abbia abusato delle due ragazze dopo averle stordite con sostanze psicotrope all'interno di drink alla fine del turno di lavoro.

Wilmer e Manuel Perga, i due avvocati che difendono l'imputato, hanno invece chiesto l'assoluzione sostenendo che i rapporti sessuali ci sono stati (sono anche stati documentati da filmati delle telecamere interne del locale) ma che sono stati del tutto consenzienti.

Sentenza il mese prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento