rotate-mobile
Cronaca Chiomonte

Allarme turismo in Val di Susa, Cota: "Montagne olimpiche sicure e ospitali"

E' allarme per il calo di turisti in questa estate 2011. Il governatore del Piemonte, Roberto Cota, si è rivolto ieri con una lettera ai lettori dei principali quotidiani

Presenze dimezzate, prenotazioni cancellate. In Val di Susa è allarme per il calo di turisti in questa estate 2011. Per contrastare l'allarme turismo lanciato nei giorni scorsi dagli amministratori della Valle di Susa, il governatore del Piemonte, Roberto Cota, si è rivolto ieri con una lettera ai lettori dei principali quotidiani, invitandoli a villeggiare nelle montagne olimpiche.

Cota scrive: "La Tav è un'opera strategica per tutto il Paese deve essere fatta, ma non la dobbiamo trasformare in una psicosi collettivà". Il governatore sottolinea l'ampio spazio che i mezzi di informazione hanno dato agli incidenti avvenuti in occasione dell'apertura del cantiere della Maddalena. "Era certamente vostro dovere farlo - afferma il governatore - anche perché gli atti di aggressione e di violenza nei confronti delle Forze dell'Ordine sono stati gravissimi. L'immagine che n'é scaturita, però, è stata quella di una Val di Susa insicura, un posto dove è meglio non addentrarsi". Cota ha poi ricordato che sindaci e operatori "segnalano un calo delle presenze turistiche fino al 50%: un duro colpo per l'economia della zona".


Non c'è alcun motivo secondo il presidente della Regione per cui i turisti stiano lontani dalle montagne olimpiche in provincia di Torino: "In realtà - assicura Cota - la situazione in Val di Susa è tranquilla, la zona accogliente ed ospitale, e non vi è ragione per non andarvi a villeggiare. Non c'é una guerra in atto e il posto è sicuro". Cota chiude con l'invito "a venire in vacanza in Val di Susa, per godere della bellezza delle nostre zone".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme turismo in Val di Susa, Cota: "Montagne olimpiche sicure e ospitali"

TorinoToday è in caricamento