Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Nizza Millefonti / Corso Bramante

Cade dalla barella, infermiera e medico costretti a risarcire paziente

La Corte dei Conti ha emesso sentenza: medico di turno e infermiera dovranno risarcire la paziente con 5 mila euro a testa. Ma i colleghi non ci stanno

"Un precedente pericolosissimo". Così definisce la storia che stiamo per raccontarvi Nicola Guercio, medico legale dell'ospedale Molinette di Torino, dopo che un dottore e un'infermiera sono stati condannati a pagare 5 mila euro a testa ad una paziente caduta da una barella. La Stampa di Torino narra quello che è accaduto nel 2006 all'interno dell'istituto sanitario del capoluogo e che, sette anni dopo, ha avuto una sentenza dalla Corte dei Conti.

Era il 10 marzo quando è successo lo spiacevole episodio. Una donna era caduta dalla barella mentre l'infermiera l'aveva lasciata qualche istante da sola per occuparsi di un paziente le cui condizioni si erano improvvisamente aggravate. In quei minuti di assenza la donna aveva probabilmente provato ad alzarsi ma, non protetta dalla barriera della barella perché assente, era caduta a terra.

La sentenza emessa non ammette repliche. Medico di turno e infermiera dovranno risarcire la paziente per "colpa grave". In sede civile la donna aveva inoltre già ricevuto quasi 18 mila euro dall'ospedale.

Il risarcimento concesso rischia ora di aprire un nuovo scenario perché medici e infermieri saranno responsabili di tutto a fronte, dicono fonti interne all'ospedale di corso Bramante, di attrezzature sempre più precarie per colpa della crisi e dell'impossibilità di rinnovare. "E' una sentenza inaccettabile - dice il dottor Nicola Guercio a La Stampa -. Il paradosso è che fino a quando c’era la copertura di una compagnia assicurativa la Corte dei Conti non interveniva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade dalla barella, infermiera e medico costretti a risarcire paziente

TorinoToday è in caricamento