Cadavere ripescato nel fiume: è dell'uomo scomparso un mese fa

Avanzato stato di decomposizione

immagine di repertorio

Un cadavere è stato ripescato dai vigili del fuoco nel pomeriggio di oggi, lunedì 30 dicembre 2019, nello Stura di Lanzo in frazione Rozello di Traves, proprio vicino alla confluenza con lo Stura di Viù. Il corpo è in avanzato stato di decomposizione.

Si tratta con certezza del tecnico telefonico 47enne di Volpiano che era scomparso lo scorso 22 novembre e la cui auto era stata trovata in frazione Borgo di Germagnano, proprio vicino al ponte sullo Stura di Viù che era in piena.

In questo caso, come temevano i familiari, che hanno identificato il corpo, si sarebbe trattato di un suicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Carne e pesce in cattivo stato di conservazione: denunciato titolare di un negozio

  • Coronavirus, sei i casi di positività in Piemonte: uno accertato e cinque probabili

Torna su
TorinoToday è in caricamento