Donna trovata morta in casa: il suo corpo in stato di decomposizione

Decesso di almeno tre giorni prima

immagine di repertorio

Il corpo di Wilma Porrini di 55 anni è stato trovato nella giornata di ieri, domenica 26 luglio 2020, in un appartamento al quarto piano di una palazzina di via delle Miniere a Ivrea, dai vigili del fuoco, chiamati dai suoi familiari che non la sentivano da qualche giorno.

Il cadavere era già in stato di decomposizione. Il medico legale ipotizza che la donna, che era divorziata e viveva da sola, fosse morta da almeno tre giorni, ma visto il caldo il processo di putrefazione è molto veloce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto sono poi stati chiamati i carabinieri della compagnia cittadina. Si ipotizza una morte avvenuta per cause naturali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento