Ripescato un cadavere nel fiume Po: la vittima un uomo sulla quarantina

I Carabinieri hanno ripescato l'uomo in mattinata. Si tratterebbe di un uomo sulla quarantina, forse un paziente di un ospedale torinese visto che indossava un pannolone al momento del ritrovamento

I carabinieri questa mattina hanno da ripescato un cadavere dalle acque del fiume Po a pochi metri da piazza Vittorio Veneto, sul lato sinistro dei Murazzi.

La vittima sarebbe un paziente quarantenne di un ospedale torinese, come attesterebbe il pannolone che l'uomo indossava al momento del ritrovamento. Questa comune al momento è solo un'ipotesi.

Dalle prime ipotesi si tratterebbe di suicidio, ma in corso ci sono accertamenti per capire quanto accaduto. La vittima presenta una ferita alla testa da cui è fuoriuscito molto sangue, ma questa sarebbe compatibile con la caduta in acqua.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento