Cronaca

Cadavere carbonizzato trovato nel parco di Stupinigi a Nichelino: autopsia, si è trattato di un suicidio

Ipotesi non era stata esclusa da parenti

Immagine di repertorio

Si sarebbe suicidato il romeno di 40 anni residente a Beinasco il cui corpo era stato trovato completamente carbonizzato nel pomeriggio di sabato 8 maggio 2021, nel parco di Stupinigi a Nichelino. È quanto emerso dall'autopsia eseguita sul cadavere ieri, giovedì 13, su incarico del pm torinese Alessandro Aghemo, che indaga sull'accaduto. Sul posto non erano state trovate bottiglie di combustibile anche se l'ipotesi dei carabinieri della compagnia di Moncalieri, che hanno condotto le indagini, è che si sia fusa nell'incendio. Per questa ragione sono stati inviati dei reperti al reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Parma. I riscontri autoptici hanno trovato conferma nelle testimonianze dei parenti della vittima, per cui il suicidio del loro caro era ritenuto un'ipotesi plausibile.

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (servizio attivo tutti i giorni dalle 10 alle 24) oppure puoi metterti in contatto con loro attraverso la chat di Whatsapp al numero 345 036 1628 (servizio attivo tutti i giorni dalle 18 alle 21). Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero 06 77208977 (costi da piani tariffari del tuo operatore), un servizio attivo tutti i giorni dalle 13 alle 22.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere carbonizzato trovato nel parco di Stupinigi a Nichelino: autopsia, si è trattato di un suicidio

TorinoToday è in caricamento