rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Sant'Antonino di Susa

Cacciatore ucciso dal suo stesso fucile, tragedia sui monti della val Cenischia

Emilio Tornior, 71 anni, si trovava nella zona del rifugio Avanzà a Venaus quando è partito il colpo fatale. Il cane era rimasto con lui

Un cacciatore di 71 anni residente a Sant'Antonino di Susa, Emilio Tornior, è morto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 5 ottobre, ucciso da un colpo partito dal suo stesso fucile.

Si è trattato di un incidente, avvenuto sul sentiero che conduce al rifugio Avanzà, in val Cenischia, nel territorio di Venaus, a una quota di circa 2.150 metri di altitudine. Il corpo è stato trovato da un margaro, che ha dato l'allarme. Vicino c'era il cane dell'uomo, che è rimasto con lui fino all'arrivo dei soccorsi. Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri, che indagano sull'accaduto, e gli uomini del soccorso alpino.

Secondo una prima ricostruzione, il cacciatore potrebbe essere scivolato e dal fucile sarebbe partito inavvertitamente il colpo che lo ha ucciso trafiggendolo mortalmente alla testa.

Il cadavere dell'uomo è stato trasportato alla camera mortuaria dell’ospedale di Susa da un elicottero del 118.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cacciatore ucciso dal suo stesso fucile, tragedia sui monti della val Cenischia

TorinoToday è in caricamento