Cacciatore ucciso dal suo stesso fucile, tragedia sui monti della val Cenischia

Emilio Tornior, 71 anni, si trovava nella zona del rifugio Avanzà a Venaus quando è partito il colpo fatale. Il cane era rimasto con lui

Il rifugio Avanzà

Un cacciatore di 71 anni residente a Sant'Antonino di Susa, Emilio Tornior, è morto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 5 ottobre, ucciso da un colpo partito dal suo stesso fucile.

Si è trattato di un incidente, avvenuto sul sentiero che conduce al rifugio Avanzà, in val Cenischia, nel territorio di Venaus, a una quota di circa 2.150 metri di altitudine. Il corpo è stato trovato da un margaro, che ha dato l'allarme. Vicino c'era il cane dell'uomo, che è rimasto con lui fino all'arrivo dei soccorsi. Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri, che indagano sull'accaduto, e gli uomini del soccorso alpino.

Secondo una prima ricostruzione, il cacciatore potrebbe essere scivolato e dal fucile sarebbe partito inavvertitamente il colpo che lo ha ucciso trafiggendolo mortalmente alla testa.

Il cadavere dell'uomo è stato trasportato alla camera mortuaria dell’ospedale di Susa da un elicottero del 118.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

  • Brutto incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, due feriti, circolazione paralizzata

Torna su
TorinoToday è in caricamento