Cacciatore ucciso dal suo stesso fucile, tragedia sui monti della val Cenischia

Emilio Tornior, 71 anni, si trovava nella zona del rifugio Avanzà a Venaus quando è partito il colpo fatale. Il cane era rimasto con lui

Il rifugio Avanzà

Un cacciatore di 71 anni residente a Sant'Antonino di Susa, Emilio Tornior, è morto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 5 ottobre, ucciso da un colpo partito dal suo stesso fucile.

Si è trattato di un incidente, avvenuto sul sentiero che conduce al rifugio Avanzà, in val Cenischia, nel territorio di Venaus, a una quota di circa 2.150 metri di altitudine. Il corpo è stato trovato da un margaro, che ha dato l'allarme. Vicino c'era il cane dell'uomo, che è rimasto con lui fino all'arrivo dei soccorsi. Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri, che indagano sull'accaduto, e gli uomini del soccorso alpino.

Secondo una prima ricostruzione, il cacciatore potrebbe essere scivolato e dal fucile sarebbe partito inavvertitamente il colpo che lo ha ucciso trafiggendolo mortalmente alla testa.

Il cadavere dell'uomo è stato trasportato alla camera mortuaria dell’ospedale di Susa da un elicottero del 118.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento