menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato a Forza Nuova e Rebel Firm

Il materiale sequestrato a Forza Nuova e Rebel Firm

Busti di Mussolini e altro materiale fascista: nei guai Forza Nuova e Rebel Firm

Denunciato il coordinatore

La Digos di Torino ha sequestrato busti e altro materiale che rappresentano Benito Mussolini e altro materiale di matrice fascista nelle sedi di Forza Nuova e Rebel Firm di Ivrea e di alcuni militanti nelle province di Torino e Cuneo nella mattinata di oggi, giovedì 20 giugno 2019.

Il coordinatore regionale di Forza Nuova, Luigi Cortese, è stato denunciato per apologia del fascismo. Segnalati anche quattro militanti.

Gli accertamenti della Digos sono partiti solo pochi giorni fa, a fine maggio 2019, quando in corso Unità d'Italia era stato esposto uno striscone che recitava: "Spezza le catene dell'usura, vota fascista, vota Forza Nuova". Pochi giorni dopo a Ivrea si era tenuta un'iniziativa di Rebel Firm.

"Emergono i commenti tra diversi gruppi oltranzisti  in Italia ed Europa", commenta il dirigente della Digos torinese, Carlo Ambra.

Tra i perquisiti figurano anche un militante appartenente al gruppo ultras 'Tradizione' della Juventus e e anche della tifoseria del Torino.

Tra il materiale sequestrato figurano anche 25 scudi con slogan fascisti: "Sono strumenti usati nelle manifestazioni - dice Ambra - che con il nuovo decreto Salvini saranno vietati e costituiscono specifico reato nelle manifestazioni di piazza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento