Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Cumiana: busta con un proiettile indirizzata al sindaco Ajelli

Il primo cittadino ha ricevuto una busta contenente un proiettile calibro 9. "Sono allibito, è incredibile che si sia arrivati a minacce di questo genere", è il suo commento

''Sono allibito, è incredibile che si sia arrivati a minacce di questo genere": è questo il commento del sindaco di Cumiana, Ettore Ajelli, dopo aver trovato un proiettile calibro 9 in una busta che gli è stata recapitata.

Ajelli, negli scorsi mesi, è stato al centro di polemiche politiche e inchieste giudiziarie. Lo scorso aprile finirono agli arresti domiciliari con l'accusa di concussione il vicesindaco e il presidente del Consiglio Comunale: i due avrebbero intascato una mazzetta di 30mila euro, per la gestione del locale centro sportivo.

Un consigliere comunale, ex assessore al Bilancio, è invece finito nei guai a maggio, con l'accusa di turbata libertà degli incanti per l'acquisto di una statua per i carabinieri caduti in servizio (l'Angelo del Dolore) che sarebbe costata 50mila euro. In realtà, secondo l'accusa, il monumento non sarebbe stato realizzato dallo scultore incaricato, ma prodotto in Cina e comprato per una cifra decisamente più bassa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cumiana: busta con un proiettile indirizzata al sindaco Ajelli

TorinoToday è in caricamento