Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Sant'Antonino di Susa

Busta con proiettile alla Italcoge, sospettati estremisti No Tav

Una busta contenente un biglietto anonimo di minacce e un proiettile è stata recapitata oggi all'ufficio postale di Sant'Antonino di Susa. Era indirizzata ad uno dei titolari della Italcoge

Una lettera di minacce indirizzata ad uno dei titolari della Italcoge, ditta che fino ad un anno e mezzo fa lavorava al cantiere Tav di Chiomonte, è stata recapitata nella giornata di oggi all'ufficio postale di Sant'Antonino di Susa. All'interno della busta c'era anche un proiettile.

La lettera è stata sequestrata dai Carabinieri: i sospetti sono rivolti verso le frange più estreme del Movimento No Tav, visto che in passato c'erano già stati dissapori tra l'azienda e gli attivisti contrari alla linea ad alta velocità. Anche per il titolare della Italcoge questa non è la prima volta che riceve intimidazioni.

Nel 2011, nel mese di giugno, a Susa uno dei due titolari della Italcoge fu bloccato in auto da alcuni attivisti e, durante una colluttazione si ruppe un braccio. Il mese dopo cinque camion furono dati alle fiamme nel deposito dell'azienda. L'episodio, con conseguenze minori, si ripeté nel settembre 2011 e nell'agosto 2012.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Busta con proiettile alla Italcoge, sospettati estremisti No Tav

TorinoToday è in caricamento