rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca

Bullismo a scuola a Torino: vessa un ragazzo più giovane e gli porta via 2mila euro, condannato a due anni

La vittima avrebbe rubato denaro dal portafogli del padre per assecondare le sue pretese

Il tribunale di Torino ha condannato a due anni di carcere e 800 euro di multa un ragazzo oggi 20enne che per mesi, alla fine del 2019, aveva perseguitato un compagno di scuola più giovane di quattro anni (e che quindi all'epoca aveva solo 14 anni), residente a Beinasco. Entrambi frequentavano lo stesso istituto professionale a Torino e l'imputato è accusato di averlo più volte perquisito e derubato all'ingresso della scuola, minacciandolo. In un'occasione gli avrebbe chiesto un riscatto di mille euro per il telefono cellulare. L'accusa in aula è stata sostenuta dal pm Giuseppe Drammis. La sentenza è stata pronunciata martedì 29 marzo 2022.

La vittima, a causa dei continui furti di denaro, che avrebbero raggiunto la somma di 2mila euro, e anche di apparecchi multimediali, avrebbe poi rubato del denaro dal portafogli del padre. Le vicissitudini si conclusero quando il bullo si presentò sotto casa del giovane vessato chiedendo i soldi per la restituzione del telefono rapinato, sia pure senza violenza ma con la semplice intimidazione. A quel punto intervenne il padre del ragazzo, che cacciò via il ragazzo più grande e poi si presentò a sporgere denuncia alle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo a scuola a Torino: vessa un ragazzo più giovane e gli porta via 2mila euro, condannato a due anni

TorinoToday è in caricamento