Cronaca Via Martin Luther King

Bullo bocciato per il 5 in condotta: "I prof hanno fatto bene"

Ricorso respinto

I corridoi dell'istituto Des Ambrois di Oulx, teatro della vicenda

Bocciato per il 5 in condotta dovuto al suo comportamento da bullo in classe. Il Tar del Piemonte ha confermato il verdetto degli insegnanti dell'istituto professionale Des Ambrois di Oulx, che nel giugno 2017 avevano deciso di non ammettere all'anno successivo del corso di studi un 15enne che, secondo la loro valutazione, aveva creato in classe un clima di paura, si era ribellato agli stessi docenti (sputando addosso a una di loro) e aveva anche danneggiato l'auto del dirigente scolastico.

I genitori si erano rivolti ai giudici sostenendo, invece, che il figlio avrebbe dovuto essere ammesso in terza in quanto il voto in condotta non andrebbe considerato ai fini della valutazione del rendimento scolastico. Il ragazzino, però, aveva anche 5 in matematica e in tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica.

Nel corso dell’anno scolastico, il ragazzo aveva accumulato 45 giorni di sospensione per i suoi comportamenti: 15 a dicembre 2016 per la vicenda dell'auto del dirigente scolastico, altri 15 a maggio 2017 per quella dello sputo alla professoressa, gli altri sparsi. Su alcuni degli episodi, inoltre, è in corso anche un'inchiesta della procura dei minori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullo bocciato per il 5 in condotta: "I prof hanno fatto bene"

TorinoToday è in caricamento