menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Maniaco a Borgaretto, rapisce le ragazzine", la bufala di una 12enne per non andare a scuola

Per ore è circolata in rete e sui cellulari la bugia inventata da una studentessa della scuola media di Borgaretto. Preso d'assalto il centralino dei carabinieri che hanno fatto subito luce sulla vicenda. La ragazzi si era inventata tutto

"Mamme fate molta attenzione, c'è un uomo che si aggira nei pressi delle scuole medie elementari asili che fa salire i bambini in macchia a forza. Nn sono ancora riusciti a prenderlo! Una settimana fa è successo a Piossasco, ieri a Borgaretto. Aprite gli occhi". Questo è uno dei tanti messaggi comparsi sulle bacheche di facebook e sui cellulari di tante mamma del torinese nella giornata di ieri che segnalava la presenza di un uomo, all'incirca di 45 anni e con un tatuaggio sul polso, che avrebbe tentato di rapire una ragazzina mentre si stava recando a scuola a Borgaretto cercando di trascinarla all'interno della sua auto. Fatto analogo a quello successo a Piossasco quando si parlò di una Fiat Punto nera sospetta.

Una storia che ha preoccupato molte mamme e che in poco ha fatto il giro di Borgaretto e dei comuni limitrofi, fino ad arrivare ai carabinieri che hanno cercato subito di verificare la voce viste anche le tante telefonate ricevute in poche ore. La verità è venuta allo scoperto poche ore dopo quando gli stessi militari dell'Arma hanno accertato con assoluta certezza che la notizia circolata era priva di ogni fondamento.

A Borgaretto non c'è dunque nessun maniaco che si aggira intorno alle scuole. Si è scoperto anche da dove aveva preso corpo la voce: da una ragazzina di dodici anni che aveva inventato il tentato rapimento per non andare a lezione. Essendo non imputabile non è stata denunciata, ma segnalata alla Procura dei minori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento