Bus e mercati il terreno di caccia della banda di borseggiatori: tre arresti

Avevano appena colpito

immagine di repertorio

Una banda composta da tre borseggiatori, due italiani e un tunisino tutti sulla sessantina, è stata bloccata nella mattinata di ieri, venerdì 27 dicembre 2019, a bordo di un bus della linea 36, nella zona di piazza Massaua. Quella tratta, che congiunge la piazza a Rivoli passando per Collegno, era il terreno di caccia di quel gruppo, che colpiva anche ai mercati di Paradiso e di Santa Maria a Collegno. Le vittime erano sempre persone più anziane dei componenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri erano riusciti a sottrarre dalle tasche di un passeggero la custodia degli occhiali, ma sono stati colti in flagrante da una pattuglia in borghese della polizia locale di Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento