rotate-mobile
Cronaca

Una borsa di studio in memoria della giovane pattinatrice

Ginevra Barra Bajetto ha perso la vita in un incidente insieme alla cugina Gioia Casciani

L'istituto Sociale di Torino ha promosso una borsa di studio in memoria di Ginevra Barra Bajetto, la giovane pattinatrice e allieva della scuola morta insieme alla cugina Gioia Virginia Casciani, anche lei pattinatrice, in un incidente stradale sull'autostrada del Brennero, lo scorso 27 ottobre. Si tratta di un'iniziativa quinquennale alla cui costituzione ha contribuito soprattutto la famiglia.

Fulvio Barra Bajetto, papà di Ginevra, già in occasione del funerale delle due giovanissime atlete, aveva invitato amici e parenti a non sprecare le risorse in addobbi floreali ma a contribuire con offerte libere alla costituzione del progetto. "Il pattinaggio è considerato uno sport minore che proprio per questo non beneficia di finanziamenti adeguati". Da qui è nata l'idea di Barra Bajetto: onorare la memoria della figlia e della nipote con un aiuto economico per le giovani promesse che come loro adoravano lo sport. 

La borsa di studio è riservata agli iscritti al Liceo Scientifico Sportivo, in particolare alle atlete e atleti che pratichino uno sport afferente alla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (Fisg). L'obiettivo è dare testimonianza di impegno e di determinazione quale quella lasciata da Ginevra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una borsa di studio in memoria della giovane pattinatrice

TorinoToday è in caricamento