menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il borgo Dora ridisegna il mercato del Balon: "Via gli abusivi dal mercato"

I commercianti hanno avviato una raccolta firme al Comune di Torino per chiedere la riqualificazione dell'area. Stop all'abusivisimo del sabato

Dopo le polemiche presso la sede della circoscrizione Sette è esplosa ufficialmente la rabbia del quartiere. I commercianti del Borgo Dora, infatti, hanno deciso di avviare una raccolta firme per chiedere al Comune la riqualificazione dell’area che ogni sabato ospita il mercato del Balon. E gli esercenti della zona hanno anche dimostrano di avere le idee piuttosto chiare sul futuro.

In allegato alle firme sono state presentate alcune proposte utili per ridisegnare il vecchio borgo, da anni preda di abusivi e di un’anarchia senza precedenti. A preoccupare è soprattutto il via vai degli irregolari, una situazione che si verifica soltanto nel fine settimana. E gli occhi dei firmatari si sono concentrati sulle condizioni in cui versano ogni sabato il piazzale di San Pietro in Vincoli e il Canale dei Molassi.

“Siamo arrivati ad un punto di saturazione – si legge in una lettera -. La convivenza con il mercato spontaneo è diventata sempre più difficile. Non vogliamo merce nuova e chiediamo che le forze dell’ordine vigilino tutto il sabato”. Per il borgo servono anche nuove aree di libero scambio per alleggerire la pressione degli abusivi sul Balon.

Particolare attenzione anche verso la gestione del canale Carpanini. Richiesto l’obbligo di pulizia dei posteggi che gli operatori hanno il dovere di lasciare lindo alla fine della giornata. I banchi, inoltre, dovranno essere numerati e ben identificabili per eventuali contestazioni riguardanti la merce di dubbia provenienza.

Nel mirino anche la viabilità con appello al rispetto dei passaggi e dei marciapiedi. Chiesta anche la creazione di alcune aree di carico e scarico per i clienti e controlli a tappeto contro chi lascia l’auto nell’area mercatale prima della fine delle pulizie. “Sono richieste comprensibili – dichiara la coordinatrice al Commercio della Sette Valentina Cremonini -. E noi stiamo cercando di aiutarli. In particolare per l’area di libero scambio andiamo tutti verso un’unica strada, l’allontanamento degli abusivi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento