Cronaca Via Italia

Arrivano i vigilantes sul 'bus dei nomadi': Borgaro Torinese stanzia 20mila euro

Serviranno a prevenire episodi di criminalità a bordo dei mezzi della linea 69 sul territorio comunale. Due anni fa la proposta shock dei veicoli separati

Il tanto discusso bus 69

Arrivano i vigilantes sul tanto discusso bus 69 che collega Torino a Borgaro Torinese e che era salito agli onori delle cronache un paio d'anni fa per la proposta-shock (da lui stesso sempre definita una provocazione) del primo cittadino borgarese, Claudio Gambino, di istituire veicoli separati per i nomadi diretti al campo di strada Aeroporto.

L'annuncio è arrivato durante il consiglio comunale di martedì 15 novembre: l'amministrazione comunale di Borgaro ha deciso di stanziare 20mila euro per un servizio di vigilanza privato che verrà effettuato esclusivamente nella tratta che il bus percorre sul territorio della cittadina, allo scopo di prevenire episodi di criminalità. Secondo quanto aveva detto Gambino, i principali responsabili di tali atti sarebbero proprio i nomadi residenti nel campo torinese.

"Si tratta di un passo in avanti molto importante - ha spiegato il primo cittadino -. La scorsa settimana abbiamo incontrato il presidente della commissione servizi pubblici locali di Torino, Roberto Malanca, per cercare di iniziare un percorso mirato a risolvere in modo pacifico questo problema, senza azioni forti come vorrebbero certe frange politiche. Per ora niente si è risolto o si è mosso, ma siamo fiduciosi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i vigilantes sul 'bus dei nomadi': Borgaro Torinese stanzia 20mila euro

TorinoToday è in caricamento