Cronaca

Bonifico reindirizzato dai truffatori: imprenditore torinese rischia di perdere 83mila euro

Nuovo tipo di frode

immagine di repertorio

Un imprenditore torinese di 69 anni, titolare di una ditta di costruzioni, ha perso 83mila euro a causa di un'ingegnosa frode informatica. Ora si è rivolto all'avvocato Christian Fragalà, ha denunciato l'accaduto al commissariato di polizia di Mirafiori e ha segnalato la questione alla sua banca, l'Intesa Sanpaolo, per cercare di recuperare la somma.

Il denaro era stato versato con un bonifico online il 10 giugno 2020 per saldare una fattura per la costruzione di un lotto di box in zona Filadelfia. Il denaro, però, non è mai arrivato alla società destinataria, che il 15 giugno ha avvisato l'imprenditore dell'ammanco. A quel punto l'uomo si è accorto che il beneficiario era stato modificato.

Il denaro risulta reindirizzato sul conto corrente di una donna, che risulta omonima di una russa arrestata lo scorso 11 maggio dalla squadra mobile di Bergamo per aver cercato di mettere a segno un colpo quasi identico ai danni di un imprenditore napoletano. Anche in quel caso, era stata intercettata una transazione bancaria cambiando il beneficiario del versamento (in quel caso di 20mila euro).

L'avvocato Fragalà ha chiesto di bloccare i conti correnti della sospetta truffatrice in modo di recuperare, ammesso che vi siano, parte del denaro. Intesa Sanpaolo, invece, ha restituito all'imprenditore il denaro ma solanto in via provvisoria: toccherà a lui dimostrare di non avere avuto alcuna responsabilità in quello che è accaduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonifico reindirizzato dai truffatori: imprenditore torinese rischia di perdere 83mila euro

TorinoToday è in caricamento