Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Bombole d’ossigeno pericolose, aperto un fascicolo da Guariniello

Il magistrato torinese aperto un fascicolo È iscritto due persone nel registro degli indagati per commercio di medicinali imperfetti e somministrazione di medicinali in modo pericoloso. Il problema E nell'erogazione della quantità di ossigeno

La procura di Torino e l’Agenzia Italiana per il Farmaco hanno scoperto che nelle case e negli ospedali italiani sono circolate bombole terapeutiche di ossigeno difettose e potenzialmente nocive perché le utilizza. Il procuratore di Torino, Raffaele Guariniello, ha aperto un fascicolo per commercio di medicinali imperfetti e somministrazione di medicinali in modo pericoloso. Nel registro degli indagati il pm ha iscritto due vertici di una ditta che ha sede in provincia di Cuneo.

L’Agenzia Italiana per il Farmaco ho ordinato il ritiro delle bombole messe in commercio. A quanto si è accertato il problema sarebbe nella valvola che regola il flusso dell'ossigeno, che non permetterebbe un'erogazione uguale a quella programmata, ma una quantità superiore o inferiore.

Le indagini di Guariniello erano cominciate alla fine del 2014 dopo che gli era giunta una segnalazione. Gli accertamenti sono stati poi eseguiti da una sua squadra di polizia giudiziaria e dei carabinieri del Nas. Il primo provvedimento preso è un preavviso di sospensione della produzione fatto pervenire alla ditta produttrice delle bombole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombole d’ossigeno pericolose, aperto un fascicolo da Guariniello

TorinoToday è in caricamento