Bomba carta fa esplodere il cofano dell'auto: atto di ritorsione?

Autore ha agito incappucciato

La Mercedes in cui è esplosa la bomba carta

Una bomba carta è esplosa poco dopo la mezzanotte di oggi, martedì 2 gennaio 2018, nel cofano di una Mercedes color argento parcheggiata in via Sagra di San Michele, davanti alla sede della Fiom-Cgil.

Sembra, però, che il sindacato c'entri poco, anche se sul posto è intervenuta la Digos in quanto quel luogo è considerato un obiettivo sensibile.

Più probabile che si sia trattato di una bravata da parte di alcuni ragazzini che frequentano i giardinetti della zona oppure un gesto di intimidazione o ritorsione diretto alla proprietaria del veicolo o del suo compagno, un artigiano che si occupa di manutenzione di caldaie.

Proprio quest'ultima pare la pista più accreditata dopo che gli investigatori hanno visionato le immagini delle telecamere della sede Fiom, da cui si vede un uomo arrivare a bordo di un'auto, uscire incappucciato e mettere la bomba carta nel cofano prima dell'esplosione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scossa serale di terremoto: avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento