Cronaca

Scovato ordigno dentro un'auto, la Questura: probabile vendetta fra privati

E' stata trovata una bombola di gas liquefatto, collegata con cavi elettrici dentro un'auto parcheggiata in periferia. Gli investigatori sospettano che si tratti di un regolamento di contri fra privati

Un ordigno rudimentale, costituito da una bombola di gas liquefatto collegata con cavi elettrici, é stata scoperta stamani in un'auto parcheggiata in una strada alla periferia di Torino. Sul posto, in via Paolo Veronesi, sono intervenuti gli artificieri della Polizia di Stato che sono tuttora impegnati nell'intervento per disinnescare l'ordigno. Secondo fonti della Questura, gli investigatori escludono che l'ordigno sia stato collocato per un'azione eversiva o per ragioni politiche. L'ipotesi ritenuta più probabile, al momento, è quella di una vendetta fra privati. Per la scuola, una piccola attività industriale e un distributore di benzina, che si trovano nella strada, riferisce sempre la Questura, sono state adottate misure precauzionali. Studenti e insegnanti dell'istituto Grassi sono stati raggruppati nei punti di sicurezza della struttura. A dare l'allarme e a segnalare la presenza della bombola è stato il proprietario dell'auto che ha notato i fili elettrici e ha chiamato i Vigili del fuoco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scovato ordigno dentro un'auto, la Questura: probabile vendetta fra privati

TorinoToday è in caricamento