Corsa in posta per pagare la Tari, c'è tempo fino al 2 maggio

Gli uffici sono stati presi d’assalto da coloro che temevano la classica sanzione. E negli ultimi giorni non sono mancate le polemiche

Immagine di repertorio

E’ partita venerdì la corsa per pagare i bollettini della Tari, la cui scadenza è stata fissata per oggi, 30 aprile.

Una cartella arrivata all’ultimo minuto che ha fatto infuriare centinaia di torinesi. In molti, chi per lavoro, chi per altri, motivi non hanno potuto recarsi in posta e pagare in tempo.

Gli uffici sono stati presi d’assalto da coloro che temevano la classica sanzione. Tuttavia Soris si è affrettata a spiegare come i clienti abbiano tempo fino a martedì 2 maggio per concludere i pagamenti. Non è nemmeno la prima volta che accade, già nel 2014 il Comune dovette prolungare la scadenza a causa di molti bollettini arrivati in buca appena il giorno prima della scadenza.

Se il primo acconto è già, virtualmente, scaduto il prossimo scadrà tra un mese, il 31 maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento