Corsa in posta per pagare la Tari, c'è tempo fino al 2 maggio

Gli uffici sono stati presi d’assalto da coloro che temevano la classica sanzione. E negli ultimi giorni non sono mancate le polemiche

Immagine di repertorio

E’ partita venerdì la corsa per pagare i bollettini della Tari, la cui scadenza è stata fissata per oggi, 30 aprile.

Una cartella arrivata all’ultimo minuto che ha fatto infuriare centinaia di torinesi. In molti, chi per lavoro, chi per altri, motivi non hanno potuto recarsi in posta e pagare in tempo.

Gli uffici sono stati presi d’assalto da coloro che temevano la classica sanzione. Tuttavia Soris si è affrettata a spiegare come i clienti abbiano tempo fino a martedì 2 maggio per concludere i pagamenti. Non è nemmeno la prima volta che accade, già nel 2014 il Comune dovette prolungare la scadenza a causa di molti bollettini arrivati in buca appena il giorno prima della scadenza.

Se il primo acconto è già, virtualmente, scaduto il prossimo scadrà tra un mese, il 31 maggio.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento