Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Blocco degli autotrasportatori a Torino, approvvigionamenti in tilt

"La protesta degli autotrasportatori rischia di mettere in pericolo l'approvvigionamento dei prodotti ortofrutticoli". E' ciò che sostiene la Confesercenti. Fassino invece chiede di evitare l'incetta di generi alimentari e le corse all'acquisto

"La protesta degli autotrasportatori rischia di mettere in pericolo l'approvvigionamento dei prodotti ortofrutticoli. Il diritto di manifestare non può ledere altri diritti". E' quanto sostiene la Confesercenti in una lettera inviata dal presidente, Antonio Carta, al prefetto di Torino, Alberto Di Pace. "La protesta degli autotrasportatori - dice Carta - per il modo come viene attuata e per i comportamenti messi in atto da alcuni di essi, sta creando seri problemi alle attività economiche anche sul territorio torinese.

Rischia, in particolare, di mettere a repentaglio il normale approvvigionamento di prodotti ortofrutticoli: ci risulta, infatti, che un gruppo di mezzi stia impedendo l'accesso al Centro Agroalimentare di Grugliasco, tradizionale e primaria fonte di rifornimento per i commercianti. Ciò, di fatto, impedisce a tanti operatori di svolgere regolarmente la loro attività, oltre a rischiare di provocare un danno più generale, data la deperibilità dei prodotti. L'ovvio e incontestabile diritto di manifestare non può, tuttavia, essere esercitato a scapito di altri diritti che vanno altrettanto salvaguardati. Ed è a tal fine che chiediamo un Suo intervento atto a contemperare le esigenze di tutti".

FASSINO “Faccio appello agli autotrasportatori perché comprendano che le loro rivendicazioni vanno condotte con forme di lotta che non rechino danno agli altri cittadini. In particolare chiedo che venga tolto il blocco al CAAT, il Centro Ortofrutticolo cittadino. La mancata distribuzione di essenziali derrate alimentari, infatti, rischia di causare criticità insostenibili alle fasce più deboli, come agli anziani non autosufficienti ricoverati negli istituti o ai bambino delle mense scolastiche.

Faccio anche appello ai cittadini perché si eviti l’incetta di generi alimentari e le corse all’acquisto, poiché non sussistono motivi di preoccupazione per i rifornimenti di beni e merci in città. La Prefettura, l’Amministrazione Comunale e le autorità preposte stanno naturalmente seguendo, ora per ora, l’evolversi della situazione operando perché i disagi siano contenuti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco degli autotrasportatori a Torino, approvvigionamenti in tilt

TorinoToday è in caricamento