Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Blitz contro le ditte del cantiere, scritte e catene fuori dai cancelli

Le ditte del cantiere che partecipano alla realizzazione del Tav nel mirino degli anarchici. Una ditta torinese si è trovata un lucchetto e delle catene davanti al cancello

Le ditte che lavorano nel cantiere del Tav Torino-Lione di nuovo nel mirino degli anarchici. Scritte, striscioni, bandiere (una con il logo del treno crociato) e un lucchetto sono stati apposti la notte scorsa all'ingresso della ditta Geo Data a Torino. Il cancello è stato chiuso con una catena serrata. Ma non finisce qui. Nel mirino ci è finita anche l'azienda di Leinì che rifornisce le macchine per il caffè dei lavoratori.

Lo dimostra senza ombra di dubbio la scritta "Niente caffè per chi devasta. No Tav “. Sulla porta di una società che si occupa di spurghi, infine, sono state tracciate alcune scritte No-Tav. Un vero e proprio blitz contro le ditte, l’ennesimo atto di intimidazione contro chi lavora al progetto della Torino-Lione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz contro le ditte del cantiere, scritte e catene fuori dai cancelli

TorinoToday è in caricamento