Cronaca Lingotto / Via Pio VII

Orrore in via Pio VII, nelle case Atc spuntano centinaia di blatte

Le famiglie dei palazzi di zona Filadelfia hanno anche un altro problema, quello dei rifiuti lasciati dagli incivili nelle cantine. E Atc chiede una raccolta firme

Situazioni igienico-sanitarie tremende nelle case popolari di via Pio VII, civico 17. Le famiglie del palazzo di zona Filadelfia da un annetto convivono con intrusi a dir poco fastidiosi. Parliamo delle blatte, beccate a più riprese a spasso tra gli appartamenti. Per terra, lungo il pavimento, o addirittura sulle tende o tra i ripiani dei mobili. Centinaia di piccoli scarafaggi avrebbero conquistato gli appartamenti dell’interno 18 e nemmeno il classico rimedio delle bombolette spray si è rivelato fino ad oggi efficace.

Entrando in uno qualsiasi degli alloggi il problema si presenta subito molto chiaro. Per terra fazzoletti pieni di carcasse di insetti che gli inquilini uccidono ogni giorno. Ma basta aprire un’anta di un armadio per rischiare di vederne scorrazzare qualcuno. “Noi non ne possiamo più – sbotta Franca -. Stiamo provando con tutti i rimedi possibili ma al momento stiamo perdendo la nostra battaglia”.

L’orrore, infatti, corre anche lungo le scale del palazzo dove la sporcizia ha ormai preso piede. Per non parlare di un altro problema, quello delle cantine trasformate in discariche dagli incivili. Materassi, cuscini e vestiti usati il triste panorama. “Di sicuro non ci sono finiti da soli quei rifiuti – accusa Salvatrice, un’altra delle vittime -. Ci sono persone che non hanno rispetto per i vicini. Atc aveva già fatto ripulire questo seminterrato poi qualche incivile ha pensato bene di lasciare ricordini”.

L’agenzia di corso Dante ha risposto subito all’appello del quartiere. E secondo i vertici dell’azienda nessuno da via Pio VII avrebbe alzato la cornetta per chiamare il numero verde. “I residenti possono chiedere un intervento di deblatizzazione – spiegano da Atc -. Per farlo devono raccogliere le firme di almeno la metà più uno degli abitanti della scala, il costo verrà addebitato in bolletta. La petizione deve essere poi consegnata ai nostri uffici”. Se invece l’infestazione dipendesse dai comportamenti sbagliati da parte di qualche inquilino l’Atc provvederà ad inviargli una diffida in tempi brevi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orrore in via Pio VII, nelle case Atc spuntano centinaia di blatte

TorinoToday è in caricamento