Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Centro / Piazza San Carlo

Panico in piazza San Carlo: un bambino in condizioni disperate, ragazza in coma

Annullata la domenica ecologica per consentire ai parenti dei feriti di raggiungere gli ospedali. Si cerca la causa scatenante

Una dei feriti al pronto soccorso dell'ospedale Cto (foto Mihai Bursuc)

Sono disperate le condizioni di un bambino cinese di sette anni e mezzo rimasto schiacciato nel fuggi-fuggi scatenatosi ieri sera, sabato 3 giugno 2017, in piazza San Carlo dove era stato allestito il maxischermo per la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Il piccolo è ricoverato all'ospedale Regina Margherita. Molto grave anche una ragazza di 26 anni ricoverata in coma all'ospedale Molinette con lesioni da schiacciamento. Una seconda donna, trasferita dal Maria Vittoria alle Molinette, è anche lei in condizioni molto gravi sempre per essere stata calpestata.

Stamattina, domenica 4 giugno 2017, è in corso un vertice in prefettura tra le forze dell'ordine e le autorità pubbliche. E' in corso l'analisi dei filmati allo scopo di stabilire che cosa abbia scatenato il panico e se la caduta della ringhiera sovrastante il parcheggio sotterraneo sia stato un evento primario oppure sia stata scatenata da qualcos'altro, come ad esempio il lancio di un petardo.

La sindaca Chiara Appendino, che si trovava a Cardiff per seguire la squadra bianconera, ha annunciato la sospensione della domenica ecologica prevista per oggi allo scopo di consentire ai familiari dei feriti di raggiunere gli ospedali.

Intanto, le forze dell'ordine e i tecnici comunali stanno riordinando tutti i documenti trovati in piazza. Verrà allestito un punto di ritiro a Palazzo di Città.

Il piano di maxi-emergenza negli ospedali Molinette, Cto e Mauriziano (dove complessivamente si sono presentate contemporaneamente circa 700 persone) ha funzionato benissimo. Interessati anche gli ospedali Martini (70 persone), Giovanni Bosco (70), Maria Vittoria (170), Gradenigo (150), Rivoli (120), Moncalieri (100), Chieri (50), Carmagnola (30). Al Regina Margherita, oltre al bambino gravissimo, altri quattro piccoli in codice verde.

fotoservizio di Mihai Bursuc

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico in piazza San Carlo: un bambino in condizioni disperate, ragazza in coma

TorinoToday è in caricamento