Cronaca

Bimba morta per un malore durante il bagnetto: la magistratura apre un fascicolo

Nei prossimi giorni verrà effettuata l'autopsia sul corpicino della piccola. Intanto il padre accusa: "I soccorsi sono arrivati in ritardo"

L'ospedale Regina Margherita

Sarà l'autopsia a definire la causa della morte della piccola di poco più di due mesi di Giaveno, stroncata ieri da un malore durante il bagnetto. Sui fatti indaga infatti la procura di Torino: è stato aperto un fascicolo dal pm Eugenia Ghi, senza ipotesi di reato nè indagati, ed è stata disposta, nei prossimi giorni, l'autopsia sul corpo della bambina. 

Anche i carabinieri, su disposizione della magistratura, hanno acquisito tutte le informazioni sulla tragica vicenda. Ma nel frattempo non mancano le polemiche. Il padre della piccola ha accusato i soccorsi di ritardo mentre l'ambulanza, prima dell'elisoccorso, secondo il 118 avrebbe impiegato 18 minuti a raggiungere borgata Bella Vita di Giaveno dove risiedeva la famiglia.

La tragedia è avvenuta ieri attorno all'ora di pranzo. I genitori stavano facendo il bagno alla bambina quando la piccola ha iniziato a piangere e improvvisamente è svenuta: mentre erano in attesa dei soccorsi, la mamma, su indicazione dei sanitari al telefono, ha tentato di rianimarla e quando i medici sono arrivati, è stata intubata e portata al Regina Margherita in elicottero. Al suo arrivo in ospedale era viva ma dopo qualche ora, attorno alle 16, purtroppo è spirata.  

La bimba ha una sorellina di 7 anni che non è ancora stata messa al corrente di quanto è successo da mamma e papà. Durante i tragici fatti di ieri, si trovava a casa di amici di famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta per un malore durante il bagnetto: la magistratura apre un fascicolo

TorinoToday è in caricamento