Cronaca Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Inchiesta sulle partecipate in Comune, c’è l’ipotesi di falso in atto pubblico

La procura procede contro ignoti, saranno acquisiti anche i documenti contabili del periodo precedente al 2015

Falso in atto pubblico. L’accusa è formale ed è contestata dalla procura "contro ignoti" nell'inchiesta riguardante la stesura del bilancio del 2015 del Comune e delle controllate InfraTo e Gtt. I pubblici ministeri incaricati a procedere vogliono chiarire anche se le due controllate siano società che rispondono alle norme che regolano la finanza e il diritto societario pubblico oppure privato, nonostante siano controllate interamente dal Comune.

L'obiettivo dell'accusa sarà quello di chiarire le modalità di compilazione del bilancio e di capire se i disallineamenti siano stati una prassi negli anni precedenti oppure no. I filoni sono due: uno sul reato di falso in atto pubblico, contro ignoti, riguardante il bilancio comunale; l'altro è relativo alle due società partecipate al 100% del Comune per le quali è necessario verificare se debbano rispondere alle norme del diritto societario privato o di quello pubblico. Nell’eventualità che prevalga la seconda tesi, il reato ipotizzato potrebbe essere di falso in bilancio. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sulle partecipate in Comune, c’è l’ipotesi di falso in atto pubblico

TorinoToday è in caricamento