rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca San Donato / Corso Regina Margherita, 286

Torino, il conducente ha aggiunto un motorino elettrico alla bicicletta: fermato e sanzionato

Velocipede trasformato in ciclomotore

Nei giorni scorsi gli agenti della polizia municipale di Torino hanno sorpreso un 33enne di nazionalità italiana alla guida di un velocipede trasformato in ciclomotore. L’uomo è stato fermato lungo la carreggiata laterale nord di corso Regina Margherita all'altezza del civico 286.

Secondo quanto riscontrato dagli agenti del Comando Territoriale IV "San Donato - Campidoglio - Parella", l’uomo aveva modificato la bicicletta montando un motorino elettrico azionato da un acceleratore a mano che trasmette il movimento alla catena, trasformandolo di fatto in un ciclomotore elettrico. Per questo i civich hanno sanzionato il conducente perché circolava senza che fosse stato rilasciato il documento di circolazione (art. 93 del Codice della Strada), perché il veicolo circolava senza la copertura assicurativa (art. 193), perché il conducente non indossava il casco protettivo (ai sensi dell'art. 171), circolava con patente scaduta (ai sensi dell'art. 126) e senza portare con sé la patente di guida (ai sensi dell'art. 180). L'importo totale delle sanzioni pecuniarie è pari a 1.149 euro. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro e fermo amministrativo. 

Il Vice Comandante Vicario della Polizia Municipale, Alessandro Parigini, si dice preoccupato della crescita di velocipedi irregolari su strada, in parte acquistati su internet e in parte modificati dagli stessi proprietari. “È un fenomeno in crescita che mette a rischio la sicurezza e l'incolumità di chi utilizza questi 'mezzi’, ma rappresentano un pericolo anche per gli altri utenti delle strade. È un fenomeno contro il quale abbiamo già intensificato i controlli e ancor di più lo faremo in futuro, proprio per salvaguardare la sicurezza stradale”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, il conducente ha aggiunto un motorino elettrico alla bicicletta: fermato e sanzionato

TorinoToday è in caricamento