menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Salvario, biblioteca intitolata a Natalia Ginzburg

Apertura straordinaria dal 23 luglio al 2 agosto per dare l'opportunità ai cittadini di prendere in prestito libri per l'estate. L'inaugurazione ufficiale a settembre-ottobre

La biblioteca di Torino del quartiere di San Salvario è stata intitolata a Natalia Ginzburg, grande scrittrice del panorama italiano dello scorso secolo.

L'apertura straordinaria oggi, 23 luglio, in via Lombroso 19, dopo i grandi lavori di ristrutturazione. La cerimonia ufficiale di inaugurazione è prevista per fine settmbre o inizio ottobre, ma dal 23 luglio al 2 agosto 2013 la biblioteca aprirà i battenti al pubblico per un'anticipazione e per “offrire agli abitanti di San Salvario - precisa il Comune - l'opportunità di prendere in prestito i libri da leggere nel mese di agosto e restituirli nei primi giorni di settembre".

Gli orari: lunedì 15-19, martedì e mercoledì 14-19:45, giovedì e venerdì: 8:15-14. 

Chi è Natalía Ginzburg? E' una figura di primo piano della latterautra italiana del Novecento. Nasce a Palermo il 14 luglio 1916 da Giuseppe Levi e Lidia Tanzi. Nel 1919 la Famiglia Levi si trasferisce a Torino dove la scrittrice trascorre l'infanzia e l'adolescenza in stato di emarginazione trovando presto conforto nella scrittura; Natalia non frequenta le elementari ma studia in casa. Nel 1927 è iscritta al Liceo-Ginnasio Vittorio Alfieri dove nel 1935 consegue la maturità classica per poi iscriversi alla Facoltà di Lettere, senza mai però concludere l'università. 

Nel 1942 pubblica, presso la casa editrice Einaudi, il suo primo romanzo, "La strada che va in città", con lo pseudonimo di Alessandra Tornimparte. E' assunta come redattrice dalla casa editrice Einaudi, dove lavorerà per parecchi anni. Al primo romanzo, segue un'attività molto poliedrica e prolifica ed una brillante carriera da scrittirce che la porterà a pubblicare più quaranta opere, tra romanzi, articoli, commedie teatrali. Nel 1983 viene eletta deputata alla Camera nel gruppo degli Indipendenti di sinistra. Muore a Roma tra il 6 e il 7 ottobre 1991. È sepolta presso il Cimitero del Verano di Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento