Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Il cellulare rubato ad Alassio finisce nelle mani di un beinaschese, giovane denunciato

Nei guai è finito un insospettabile 21enne dalla fedina penale immacolata

Immagine di repertorio

Durante il fine settimana ad una studentessa 20enne di Varese è stato rubato il cellulare nella discoteca “Le Vele” di Alassio, ma lei non si è rassegnata. Dopo lunghe ricerche l’ha ritrovato su un sito di annunci online.

Questione di particolari, anzi, di una piccola riga sul Samsung S6 Edge che ha permesso alla giovane di riconoscere il suo dispositivo. Un anonimo venditore l’aveva messo in “vetrina” al prezzo di 300 euro, ma a concludere la trattativa si è presentato un maresciallo dei carabinieri in borghese. Nei guai è finito un insospettabile giovane di Beinasco, un 21enne dalla fedina penale immacolata.  

Lunedì sera, 17 luglio, il beinaschese si è presentato all’appuntamento senza sospettare nulla ed è caduto nella trappola quando ha mostrato al finto acquirente il telefonino rubato.

Il giovane ha riferito ai carabinieri di Beinasco di averlo regolarmente acquistato per 150 euro e di non aver mai pensato che si potesse trattare di un oggetto rubato. La sua giustificazione non gli ha però evitato una denuncia in stato di libertà per ricettazione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cellulare rubato ad Alassio finisce nelle mani di un beinaschese, giovane denunciato

TorinoToday è in caricamento