Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

I beagle di Green Hill sono al sicuro: l'azienda rinuncia al ricorso

L'azienda Marshall di Montichiari rinuncia al ricorso contro il sequestro dei cuccioli. La gioia degli animalisti torinesi: molti dei cani sono finiti nella nostra città

È la fine di un incubo. I cuccioli di beagle di Green Hill si possono ritenere, finalmente, al sicuro. L’azienda Marshall ha infatti rinunciato al ricorso in corte di cassazione contro il sequestro disposto dalla procura della Repubblica, la scorsa estate, dei cani dell’allevamento di Montichiari. L’annuncio significa, in altre parole, che per questi cani fortunati finisce anche l’ultimo dubbio: quello che l’affido disposto dalla procura venisse revocato. I beagle sono dunque ormai in salvo, perché non c’è più possibilità che ritornino indietro, nell’allevamento della morte.

La vicenda era iniziata il 18 luglio 2012, quando il corpo forestale aveva eseguito il sequestro dell’azienda Marshall di Montichiari, che allevava cani destinati alla sperimentazione animale. Circa 2600 beagle sono stati portati via dagli uomini della forestale e dati in affido alle famiglie di tutta Italia; di questi cani, molti sono finiti sotto la Mole.

La notizia della rinuncia al ricorso viene accolta con molto calore anche a Torino, dove sono molte le famiglie che hanno adottato uno di questi cani. La scorsa estate le associazioni animaliste si erano battute per la salvezza di questi cuccioli, portandone alcuni in città. Almeno una trentina solo dalla Lida della sezione di Mirafiori Sud. “Siamo molto contenti – spiega Ruben Venturini, presidente della sezione Lida – per questi cagnolini inizierà una nuova vita, ora che sono ufficialmente liberi. Vorrei ringraziare tutte le persone che si sono adoperate per la loro salvezza, e tutti coloro che hanno infine adottato questi cani”.

La Lida adesso festeggia una vittoria di tutti gli animalisti, ma lancia ugualmente un appello: “Siamo in pochi – spiega Venturini – abbiamo bisogno di più forze, e per questo stiamo cercando persone che vogliano diventare guardie zoofile. Stiamo per iniziare i corsi per formarle: gli interessati possono scrivere a lidamirafiorisud@tiscali.it o chiamare la nostra sezione di Mirafiori Sud”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I beagle di Green Hill sono al sicuro: l'azienda rinuncia al ricorso

TorinoToday è in caricamento