menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il portico diventa un dormitorio: "Le nostre strade invase dai clochard"

Clamoroso in corso Emilia dove l'addio di una banca ha trasformato un intero isolato in un punto di ritrovo per senzatetto. Denuncia della consigliera Alessi (FdI)

A due passi da Porta Palazzo ma anche a due passi da una scuola elementare. Al posto di una banca, devastata più volte dagli anarchici, oggi regnano soltanto l’abbandono e il degrado. Come corso Emilia all’angolo con corso Giulio Cesare dove sbirciando tra le arcate si possono notare i ripari di fortuna di alcuni barboni. In pochi metri quadrati c’è tutto quello che serve a questi clochard. Qualche coperta, cuscini e vestiti sparsi un po’ ovunque. Per terra anche le valigie e le bottiglie di birra scolate dagli ubriaconi di passaggio. Sui muri le scritte lasciate dalle manifestazioni degli antagonisti.

Un quadretto terribile secondo il capogruppo di FdI della circoscrizione Sette Patrizia Alessi. “Questo è quello a cui i cittadini di borgo Aurora devono assistere ogni giorno – denuncia Alessi -. Mi chiedo se sia possibile che vicino ai negozi ci siano realtà come queste. La sede della circoscrizione è ad un isolato di distanza da questo dormitorio eppure si fa prima a fare finta di niente piuttosto che risolvere il problema”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento