Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Largo Giulio Cesare, 94

In largo Giulio Cesare il locale che racconta la storia del quartiere

Scoprire Barriera di Milano attraverso l'esposizione di alcune stampe. E' l'idea dei gestori di "Bar-riera", la caffetteria nata pochi anni fa con l'obiettivo di riqualificare il quartiere. Sui muri la storia dell'ex Ceat

Un quartiere popolare e periferico come Barriera di Milano raccontato attraverso l’esposizione di numerose stampe. Questa è l’idea dei gestori di “Bar-Riera”, il locale di largo Giulio Cesare 94 che ospita al suo interno le immagini in bianco e nero del quartiere risalenti agli anni cinquanta e sessanta del ‘900. Si tratta nella maggioranza dei casi delle illustrazioni delle vie, delle piazze e dei corsi principali che hanno fatto la storia del quartiere. Come nel caso delle rinomate corso Vercelli e corso Giulio Cesare. Oppure di piazza Foroni e piazza Respighi. Non mancano – tuttavia – nemmeno gli spunti di cronaca. Su tutte la stampa che riporta alla mente l’incendio avvenuto dentro l’ex Ceat nella notte tra il 6 e il 7 gennaio del 1961.

In bella mostra anche la vicina chiesa di corso Giulio Cesare di Maria Regina della Pace in un flash che ormai ha più di quarant’anni di storia. Così come le celebrazioni rimaste nella mente di qualche cittadino, tra cui la festa della Madonna di Ripalta in piazza Foroni. Un tempo piazzetta Cerignola, così almeno era conosciuta nei primi anni ‘50. Un evento in grado di riportare la memoria indietro di ben sessant’anni.

"Si tratta di un modo un po’ diverso dal solito per passare il tempo. Ovviamente sorseggiando un caffè e mangiando una brioche – spiega Antonino C., uno dei gestori del bar -. Chi viene da noi per la prima colazione o per pranzo può persino permettersi di fare un tuffo nel passato semplicemente dando un’occhiata alle nostre stampe".

Particolari che forse possono sfuggire ai più giovani ma che al contrario solleticano molto i ricordi degli anziani della vecchia Barriera. Come quelli di Michele che tra un drink e l’altro si lascia sfuggire un commento e qualche rimpianto. "La Barriera è cambiata velocemente nel corso degli ultimi anni – racconta l’uomo -. Queste immagini mi riportano a quando ero un giovane di appena vent’anni e in qualche modo mi danno l’illusione che tutto sia rimasto come una volta. Anche se purtroppo non è così".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In largo Giulio Cesare il locale che racconta la storia del quartiere

TorinoToday è in caricamento