menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riqualificazione a rischio per piazzale Paoli: il bando di gara resta deserto

Niente parcheggio pertinenziale in piazzale Paoli: almeno per ora, i box, il giardino e il viale che avrebbero trasformato l'area saltano

Sembra che una maledizione gravi sull’area Paoli. Il quadrilatero compreso tra le vie Asuncion e Rosario di Santa Fè, da anni degradato e alla mercé di sbandati, avrebbe dovuto essere presto riqualificato; invece, il bando di gara per la realizzazione del parcheggio pertinenziale è andato deserto. Tutto resta dunque fermo, come è da vent’anni a questa parte.

La Giunta Comunale – specifica Massimiliano Miano, coordinatore all’urbanistica della Circoscrizione nonché suo vicepresidente – aveva approvato nella seduta dell’8 gennaio 2013 il primo dei venti bandi di gara per la realizzazione dei parcheggi pertinenziali di prossima realizzazione: l’area Paoli, in questa circostanza, fu la prima ad essere ammessa a bando per l’urgenza di una riqualificazione attesa da anni, con un onere concessorio richiesto di euro 600 mila.”

Il progetto per la riqualificazione del piazzale, ancora sterrato e ridotto ad una specie di pantano in caso di pioggia, prevedeva la creazione di un parcheggio pertinenziale di due piani interrati, e di almeno 150 posti auto. Un piano che, se intrapreso, avrebbe consentito la creazione in superficie di un giardino, un viale alberato e una piazzola asfaltata per le auto. Insomma, una realtà ben lontana dalla trascurata landa sterrata che oggi caratterizza il piazzale.

Ora - afferma Miano – la crisi immobiliare che impone alle imprese scelte più ponderate, ha di fatto ostacolato un percorso di riqualificazione del nostro territorio, intrapreso dall’amministrazione, soprattutto in aree fortemente disagiate, come quella di piazzale Paoli che, da oltre un ventennio attende delle risposte concrete. Necessariamente faremo assieme all’amministrazione comunale le dovute considerazioni per un’eventuale ripubblicazione del bando di gara, inserendo le opportune modifiche relative all’onere accessorio, tali da rendere l’area più appetibile sotto l’aspetto commerciale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento