Cronaca Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Squadre a rischio campo, con due porte e un pallone davanti al Comune

Cori, striscioni e persino le porte per dare due calci al pallone. E' la singolare protesta di alcune società calcistiche hanno messo in scena in piazza Palazzo di Città. A rischio c'è il campo in cui ora giocano

Una protesta davvero singolare quella di alcune società calcistiche davanti al Comune di Torino. Con due porte da calcio e un pallone hanno manifestato la loro contrarietà alla decisione dell'amministrazione comunale, di mettere a bando gli impianti sportivi, giocando a calcio.

"Rischiamo di rimanere senza campi", hanno detto a gran voce i manifestanti non nascondendo le difficoltà e ristrettezze economiche in cui versano le società sportive di questi tempi. Insieme a loro in piazza Palazzo di Città si è presentato anche il presidente della Figc regionale, Ermelindo Bacchetta, preoccupato anch'egli della situazione che potrebbe venirsi a creare.

Dopo un paio d'ore dall'inizio della protesta una delegazione è stata ricevuta dal sindaco Piero Fassino e dall'assessore allo Sport Stefano Gallo. Negli uffici comunali è stata discussa l'applicazione del nuovo Regolamento, che recepisce le norme europee e nazionali, in base al quale le concessioni sportive devono essere assegnate attraverso un bando pubblico o rinnovando solo previa manifestazione di interesse pubblico.

Nell'incontro è stato dato mandato al presidente Bacchetta di inviare all'amministrazione comunale delle riflessioni relative agli aspetti tecnico-sportivi delle concessioni degli impianti di calcio, anche alla luce dell'aspetto sociale dell'attività portata avanti da numerose società sportive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Squadre a rischio campo, con due porte e un pallone davanti al Comune

TorinoToday è in caricamento