rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Centro / Via Roma, 82

Caccia alla maxi-banda della spaccata all'Apple Store: sette arrestati, 22 mancano all'appello

Colpo da decine di migliaia di euro

C'è anche quello all'Apple Store di via Roma della notte del 18 gennaio 2017 tra i 41 furti attribuiti alla gigantesca banda di rom composta da 29 persone di cui 28 di nazionalità romena e uno di nazionalità ceca a cui i carabinieri del comando provinciale di Monza, a partire dalla notte di oggi, giovedì 21 giugno 2018, sta dando la caccia. Oggi l'arresto è stato uno, mentre sei persone sono già in carcere per altri episodi e 22 sono ricercate in tutta Europa.

"Una banda agile e ben organizzata", l'hanno definita gli investigatori durante un incontro con la stampa. Altre caratteristiche che li contraddistinguono sono l'età: tutti i componenti sono molto giovani (il presunto capo ha 21 anni e un'importante carriera criminale alle spalle) e sono dei veri e propri fantasmi: "Nessuno di loro ha dormito per più di sette giorni nello stesso posto", hanno sottolineato i carabinieri. Il loro obiettivo? Oggetti di elettronica, videopoker e automobili. E di quest'ultima categoria preferivano mezzi nuovi, ancora da immatricolare, che venivano "camuffati" con targhe di altre auto rubate e poi (con ogni probabilità) inviate all'estero. 

I colpi, secondo gli investigatori, erano sempre studiati nel minimo dettaglio: prima del blitz effettuavano dei veri e propri sopralluoghi, raccoglievano tutte le informazioni per mettere a segno il furto e poi intervenivano. La loro base operativa era tra Monza e la Brianza, ma i colpi sono stati messi a segno in tutto il nord Italia, tra cui, appunto, anche il blitz contro l'Apple Store.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia alla maxi-banda della spaccata all'Apple Store: sette arrestati, 22 mancano all'appello

TorinoToday è in caricamento