menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banda prende ordinazioni di droga su WhatsApp, cinque arresti

Altre quattro persone indagate dai carabinieri. Il gruppo era divenuto un vero e proprio punto di riferimento per i clienti di Leinì

Le ordinazioni avvenivano tramite WhatsApp, dopodiché le persone si recavano direttamente a casa del capo della banda per ritirare lo stupefacente. 

I carabinieri hanno arrestato cinque persone e denunciate altre quattro, tutti membri di un gruppo criminale da tempo divenuto un vero e proprio punto di riferimento per chi acquistava droga a Leinì. “Vengo a prendere i miei cd”, era una delle frasi usate al telefono per non dare nell’occhio.

Due gli esponenti principali della banda. Il primo è un commerciante, tale Paolo F., 24 anni e abitante a Leini. Il secondo è Massimo B.G., 45enne anch’egli di Leinì - finora incensurato - e di professione fabbro. Egli, nella sua officina aveva nascosto 43 grammi di cocaina in una scatola contenente dischi levigatori. Altra droga è stata poi sequestrata in macchina e a casa sua.

Centinaia le dosi di cocaina, hashish e marijuana trovate dai militari nel corso delle varie operazioni, mentre quasi tutti i clienti hanno ammesso le proprie responsabilità, descrivendo minuziosamente le modalità di acquisto della droga, il gergo usato al telefono, gli incontri fugaci per la consegna dello stupefacente e ogni altro aspetto che ha comprovato gravi e convergenti elementi di responsabilità degli indagati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento