Cronaca

Bancomat rapinati dallo sportello posteriore, presi i ladri delle "chiavi clonate"

Per impossessarsi del denaro contenuto all'interno dei bancomat, non asportavano né la macchinetta, né utilizzavano dell'esplosivo. Più semplicemente aprivano lo sportello posteriore del dispositivo di erogazione

Sono stati arrestati in flagranza di reato dopo aver svuotato un bancomat ed essersi portati via oltre 200mila euro. Tre persone, tutte italiane, sono finite in manette al termine di una delicata operazione dei carabinieri di Torino che ha permesso di sgominare la banda criminale specializzata in furti ai bancomat con l’utilizzo di chiavi clonate e combinazioni segrete.

Video: i ladri in azione >>

Il modus operandi dei tre malviventi era quantomeno differente da qualsiasi altro messo in atto in passato dai ladri. Per impossessarsi del denaro contenuto all'interno dei bancomat, non asportavano né la macchinetta, né utilizzavano dell'esplosivo. Più semplicemente aprivano lo sportello posteriore dei dispositivi automatici di erogazione del denaro con chiavi clonate e digitando le combinazioni segrete.

I carabinieri sospettano che la banda abbia messo a segno decine di colpi in diversi anni di attività criminale. I furti sarebbero avvenuti in tutto il Piemonte, con proventi per oltre due milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancomat rapinati dallo sportello posteriore, presi i ladri delle "chiavi clonate"

TorinoToday è in caricamento