Cronaca

Bancomat e carte clonate, sette persone in manette a San Mauro

Una banda romena specializzata in furti seriali di dati sensibili dei clienti delle banche, è stata individuata dai carabinieri della Stazione di San Mauro Torinese

Il fenomeno della clonazione delle carte di credito e dei bancomat è un argomento purtroppo d'attualità. Nel torinese, precisamente a San Mauro, una banda composta da sette romeni si era specializzata nel furto dei dati sensibili dei clienti delle banche. Dopo mesi di attività investigativa i carabinieri sono riusciti a identificare i responsabili e arrestarli.

Le sette persone sono accusate, a vario titolo, di danneggiamento di sistemi informatici, installazione di apparecchiature elettroniche destinate a intercettare i dati sensibili dei clienti delle banche, danneggiamento e indebito utilizzo di carte di credito clonate. Per clonare le carte dei clienti delle banche utilizzavano uno strumento, lo skimmer, capace di leggere e memorizzare i dati della banda magnetica dei badge.

Grazie alle telecamere di sicurezza presenti in un istituto bancario preso di mira dalla banda è stato possibile risalire non solo ai colpevoli, ma anche immortalare il loro modus operandi. In un caso registrato a nastro si vede che entrano nella banca per installare lo skimmer e, nove ore dopo, tornano sul posto per disinstallare il dispositivo ed acquisire i dati dei clineti.

Seguiti dai carabinieri, il gruppo criminale ha eseguito, in poche ore, 35 operazioni di prelievo, ricariche di carte di credito e rifornimento di carburante, per un totale di oltre 4.000 euro. Gli inquirenti stanno ora indagando per capire se la banda abbia agito, così come sembra, altre volte in altre province del Piemonte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancomat e carte clonate, sette persone in manette a San Mauro

TorinoToday è in caricamento