menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Denaro sottratto alla società che gestiva supermercati e discount, due arresti

Sette indagati per bancarotta fraudolenta aggravata

Arrestati due imprenditori responsabili del fallimento di una società che gestiva supermercati e discount, con debiti per oltre 5 milioni di euro. Sette, invece, sono gli indagati per bancarotta fraudolenta aggravata e circa 700 mila euro i soldi sottratti dalle casse societarie.

L’operazione dei finanzieri del Comando Provinciale di Torino ha permesso di trarre in arresto gli amministratori di diritto e di fatto di una società che gestiva supermercati e discount a Torino, in esecuzione dell’Ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Cuneo, per aver sottratto circa 700 mila euro dalle casse societarie e aver causato il fallimento dell’impresa. 

I due amministratori, già a partire dal 2012, utilizzavano il patrimonio della società per scopi personali, drenando importanti somme di denaro dai conti correnti aziendali, e distraendo merci dai magazzini dei supermercati e determinando un default quantificato in circa 5 milioni di euro. 

Il disegno criminoso ricostruito vede coinvolte numerose società e cooperative, utilizzate per mascherare la reale destinazione delle risorse dell’impresa, anche attraverso l’interposizione di amministratori “teste di legno” a capo delle stesse e lo spostamento delle sedi legali in diverse città italiane, al fine di rendere più difficoltosa l’identificazione dei reali responsabili delle condotte distrattive. 

Nonostante ciò, attraverso capillari attività di perquisizione ed approfondite indagini finanziarie che hanno convolto tutte le persone fisiche e giuridiche collegate alla fallita, è stato possibile individuare sette indagati tra cui la moglie e la madre dell’amministratore di fatto e il figlio dell’amministratore di diritto, ai quali è stato contestato il reato di bancarotta fraudolenta aggravata.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento