La chiusura centralizzata blocca le porte: bambino resta intrappolato, lungo intervento per liberarlo

Davanti alla mamma

L'intervento dei soccorritori oggi pomeriggio in via Pavese a Pianezza

Un'ora e mezza di intervento. È il tempo che è stato necessario ai vigili del fuoco volontari di Alpignano per liberare un bambino di cinque anni rimasto intrappolato nella macchina della mamma, una Nissan Micra, a causa di un guasto al sistema di chiusura centralizzata, in via Pavese a Pianezza.

Nessun rischio per lui e per la donna, che invece era fuori dal veicolo e ha chiesto l'intervento dei soccorsi, attendendo pazientemente l'intervento di apertura della vettura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine entrambi hanno potuto riabbracciarsi. anche se per la Micra servirà un buon carrozziere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento