menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Badanti e direttore di banca raggirano un anziano e si fanno intestare tutto: arrestati

Indagine partita dalla denuncia della figlia della vittima

I carabinieri della compagnia Torino San Carlo hanno eseguito, nella mattinata di oggi, giovedì 4 marzo 2021, tre misure cautelari agli arresti domiciliari emesse dall'ufficio Gip del tribunale del capoluogo piemontese su richiesta della locale procura (gruppo criminalità organizzata, comune e sicurezza urbana) nei confronti di altrettante persone gravemente indiziati di circonvenzione di incapace, appropriazione indebita, furto in abitazione, nonché indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito.

L’indagine, condotta dai militari dell’Arma tra il settembre 2019 e l’agosto 2020 e coordinata dal pm Valentina Sellaroli, nasce da una denuncia presentata da una donna che ha riferito di come suo padre 97enne, ex diregente Fiat, da poco deceduto, fosse stato circuito e derubato per lungo tempo da due badanti rumene e dal direttore della sua filiale di banca, ora in pensione. La vicenda si è svolta interamente nel quartiere Vanchiglia.

Le attività investigative hanno consentito di accertare che i tre indagati, sfruttando il debilitato stato psicofisico dell’anziana vittima, l’avevano indotta a compiere atti patrimoniali e giuridici per appropriarsi indebitamente del denaro del suo conto corrente, asportando altresì beni mobili dalla sua abitazione ed utilizzando le sue carte di pagamento. Erano riusciti anche a farsi nominare eredi universali nel testamento. Durante lo svolgimento delle investigazioni, a seguito di una perquisizione domiciliare nella casa delle due donne, è stato possibile scoprire parte del materiale sottratto, tra cui gioielli, quadri, mobilio e cornici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento