rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Nel testamento di un'anziana la casa va al figlio dell'avvocata che amministrava i beni, ma ora sono entrambi nei guai

Arrestati e scarcerati dopo un'indagine, la vicenda andrà a processo

Avrebbe fatto intestare un appartamento al figlio circuendo un'anziana di cui era amministratrice di sostegno: questa l'accusa mossa dalla procura di Torino dopo un'indagine della guardia di finanza distaccata a palazzo di giustizia nei confronti di un'avvocata civilista 61enne del capoluogo piemontese difesa dal collega Stefano Castrale. A febbraio 2022 madre e figlio, che ha 34 anni, sono stati arrestati e posti ai domiciliari, poi sono stati scarcerati e per lei permane l'interdizione da tutte le tutele di anziani non autosufficienti.

L'indagine riguarda la morte di un'84enne avvenuta nel 2019. Allora le amiche dell'anziana vennero convocate da un notaio che aprì il testamento, in cui c'era scritto che la proprietà dell'immobile sarebbe passata a un uomo per loro sconosciuto. Furono proprio le donne, in parte beneficiarie del testamento, a scoprire che quel misterioso personaggio era il figlio della professionista che, su nomina di un giudice, faceva da amministratrice di sostegno dei beni della loro amica. Il seguito della vicenda si avrà nelle aule di tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel testamento di un'anziana la casa va al figlio dell'avvocata che amministrava i beni, ma ora sono entrambi nei guai

TorinoToday è in caricamento